28 giu, 2016

TEATRO MINIMO

Home

Quel che dovete sapere di noi……..

Chi siamo - Siamo un gruppo di amanti del teatro, che, a titolo del tutto volontario e gratuito, ma con impegno professionale, operano senza scopo di lucro sul territorio per la diffusione della cultura teatrale.
Nel corso della sua più che quarantennale attività il “Minimo” ha privilegiato una scelta di testi drammatici, o comunque impegnati, proponendo nuove tendenze teatrali, quali il teatro  dell’Assurdo (Albee, Arrabal, Tardieu, Ionesco, Beckett, Pinter, Richardson, ecc.), il teatro documento di Peter Weiss e Dacia Maraini, o autori emergenti, tra cui il mantovano Angelo Lamberti.
Tra i suoi numerosi allestimenti figurano testi di Brecht, De Ghelderode, Cocteau, Flaiano, parecchie edizioni delle opere di Karl Valentin, il Miles Gloriosus di Plauto, un adattamento de Il piccolo principe di A. de Saint-Exupéry e una riuscita edizione de Il sonno dei carnefici di Giorgio Celli. Con Fedra di Seneca, Prometeo incatenato di Eschilo ed Ecuba di Euripide, il gruppo è anche approdato ai classici.
La storia - Nato nel 1966, il Teatro Minimo deve il suo nome al numero limitato dei suoi componenti nonché alla minuscola  sede  di  Via Isabella d’Este, allestita a proprie spese,  con il contributo di pittori, scultori e privati cittadini, ove il gruppo ha operato sino al 1994 (50 posti a sedere ed un palcoscenico di m. 5x5).
La sede E’ sita nel cuore della vecchia Mantova, a pochi passi dalla chiesa di Santa Paola, ove furono sepolti alcuni dei Gonzaga. Prima di diventare teatro è stata una fabbrica di formelle e salamini e deposito di materiali vari. A proprie spese e con l’aiuto di privati cittadini, di pittori e di scultori, il gruppo l’ha completamente ristrutturata, togliendola da una situazione di estremo degrado. Oggi essa ha un aspetto un po’ rétro all’esterno, ma all’interno ospita un teatro di 99 posti a sedere, perfettamente funzionante, in regola con le ultime norme di sicurezza.

LA SEDE COM'ERA

COME E' OGGI

vista esterna
 esterno al momento attuale
foto interno

teatro oggi

 

 

 

foto interno2

teatro visto da dietro

Chi ci ha aiutato - Oltre all’Amministrazione Comunale e a privati cittadini, ci hanno aiutato i seguenti pittori e scultori: Andreani, V. Angelici, Annigoni, Antonini, Azzoni, Bacchetta, Barbieri, D. Bec, Bellini, Beltrami,  Benedetto, Bernardelli, Bertolini, Bergonzoni, Boccaletti, Bolognesi, Boni, Brozzi, Bruni, Bruschi, Camin, B. Canova, Caporali, Cavicchini, Ciaponi, Dalmaschio, Dalprato, Del Pezzo, Desiderati, Di Filippo, Dusi, Emiliani,  A. Falchi, P. Falchi, Ferlenga, Ferrari, R. Ferrarini, Fioroni, L. Fiume, S. Fiume, Fraccalinni, Francesconi, Frappa, Galusi,  Giovannoni, Godetti, G.F. Gonzaga, Guaita, G. Guida, Guindani, Jori, Lattuca, Lipreri, Longfils, Longhi, Longinotti, Lucchini, E. Macaluso, Maccari, Madasi, Margonari, Martinenghi, Mattioli,  L. Messina, Miyata, Minuti, Mischi, Moccia, Monfardini, Montini, Mora, Morselli, S. Negri, Nonfarmale, Nordera, Otidra, R. Pagni, M. Pavesi, Pedrazzoli, Saladini, Salemi, Secchioni, Pellarini, Perboni, Perina, C. Pescatori, P. Petrò, Petrucci, Piga, Pighi, Pivetti, Pizzamiglio, Poltronieri, Quetti, Raboni, L. Reggiani, Regianini, Rinaldi, A. Rossi, N. Rossi, Scaglioni, G. Scaravelli, V. Scaravelli, Schirolli, Segolini, Sermidi, Somenzari, Spazzini, Spinoccia, Tampellini, Treccani, P. Tredici, O. Trombini, L. Vivian, e tanti altri…….

La nostra storia recenteLa nostra storia recente è segnata da due avvenimenti importantissimi: la  morte di Bruno, il nostro Bruno Garilli, fondatore del gruppo e accanito sostenitore della ristrutturazione della nostra attuale sede, e la vendita all’asta dell’immobile che ci ospita.

Da via Isabella d’Este ci trasferimmo nello stabile di via Gradaro nel 1994 grazie ad una convenzione onerosa con il Comune di Mantova: 18 anni di locazione in cambio della ristrutturazione completa dei locali, ristrutturazione  durata cinque anni. L’inaugurazione della struttura avvenne in pompa magna il 20 maggio 1999, alla presenza di tutte le autorità, sindaco in testa.

Nell’aprile del 2010 moriva improvvisamente Bruno, il nostro Maestro. Riuscimmo comunque a sopravvivere e a portare avanti l’attività. Nel febbraio 2012, quando ormai si avvicinava il termine della locazione e si stava discutendo del possibile utilizzo futuro della nostra sede, scoppiò la notizia bomba: l’Amministrazione Comunale metteva in vendita l’immobile. L’asta era fissata per la fine di giugno. Fortunatamente per noi, riuscì ad aggiudicarsela un gruppo familiare amante del teatro e molto vicino a noi, che ci ha concesso l’utilizzo delle sede in comodato gratuito e che  in questi ultimi due anni ha provveduto, e sta ancora provvedendo, ad interventi di recupero funzionale e di abbellimento dell’esterno.

 

TEATRO MINIMO – MANTOVA

 

Eventi

Giugno 2016
D L M M G V S
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Luglio 2016
D L M M G V S
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Statistiche

Utenti : 24
Contenuti : 12
Tot. visite contenuti : 65116