22 ott, 2018

TEATRO MINIMO

Cartellone

 



TEATRO MINIMO – MANTOVA

CARTELLONE  stagione teatrale 2018-2019


Molière

Il medico per forza

Regia e scena      Sergio De Marchi

Costumi Ivonne Paltrinieri e Gabriella Ferramola

Con la collaborazione di Grazia Ferramola e Franco Ubezio

 

Da giovedì 20 dicembre 2018 a domenica 20 gennaio 2019

Venerdì 7 e sabato 8 giugno 2019

 

L’opera risale al 1666. Si pensa che Molière abbia composto Il medico per forza per sostenere Il misantropo che non attirava molto pubblico.

Ma questa operina accompagnò l’altra solo a partire dalla ventiquattresima replica.

Sganarello è un boscaiolo beone, che batte sistematicamente la moglie Martina. Per vendicarsi questa lo segnala come grande luminare a due donne che cercano un medico per Lucinda, figlia di Gerontina, che ha perso l’uso della parola. Martina rivela loro che Sganarello ammette di essere medico solo dopo essere stato bastonato a dovere. Cosa che puntualmente accade. Condotto a casa di Gerontina, Sganarello incontra Lucinda, stupisce tutte le donne con le sue chiacchiere e finge di diagnosticare la malattia della giovane. Lucinda però non è veramente muta: la malattia è un tiro mancino che essa gioca alla madre, che non vuole darla in sposa a Leandro, il suo innamorato.

Sganarello si mette d’accordo con Leandro, che, travestito da farmacista, incontra Lucinda e la rapisce. Accortasi dell’inganno, Gerontina vuole fare impiccare Sganarello. Ma……………………


Peter Weiss

L’istruttoria

Regia                             Walter Delcomune

Scena e costumi           Franco Ubezio

Domenica 27 gennaio 2019, in   occasione della GIORNATA DELLA MEMORIA

Oratorio in 11 canti, “L’istruttoria” descrive l’inferno di Auschwitz, il “lager dei lager”. Peter Weiss, romanziere e drammaturgo tedesco di famiglia israelita, naturalizzato svedese,  trasse l’opera dalle  18.000  pagine dei verbali del processo di Francoforte sul  Meno, che si svolse tra il 1963 e il 1964 contro criminali nazisti. Dalle voci delle vittime sopravvissute, dei testimoni e degli imputati emergono in tutta la loro crudezza l’arrivo degli internati, la vita e la morte nel lager.

Il Minimo ripresenta l’opera con l’auspicio che una simile tragedia, che coinvolse milioni di esseri umani innocenti,  non venga dimenticata e mai più abbia a verificarsi.

 


 

Luigi Piradello

L’uomo dal fiore in bocca

Harold Pinter

L’amante

Regia Valter Delcomune

Scena e costumi Franco Ubezio

Da venerdì 8 marzo a domenica 24 marzo 2019


L’uomo dal fiore in bocca – (atto unico, 1923) Un uomo affetto da epitelioma incontra un viaggiatore che ha perso il treno ed è seduto a un caffè in attesa del prossimo. Allo sconosciuto egli confida impressioni, pensieri e rimpianti sulla vita che sa di dover lasciare e che ama intensamente.

L’amante – (atto unico, 1963) Per tener vivo il loro rapporto Sara e Richard, una coppia londinese, hanno inventato un ben strano gioco, che consente loro di reinterpretare la loro vita privata e sociale.




Ennio Flaiano

La guerra spiegata ai poveri

Regia      Sergio De Marchi

da venerdì 26 a domenica 28 aprile 2019

La guerra spiegata ai poveri. Con “La guerra spiegata ai poveri”, composta nel 1946, quindi nell’immediato dopoguerra, Flaiano ci propone una riflessione amara, ma non priva di ironia e arguzia sui tanti perché della guerra. L’opera si snoda infatti sul filo di un grottesco che sfiora l’assurdo e che non manca di suscitare un sorriso.

Un presidente, un generale, un ministro e altri alti personaggi sono riuniti per pianificare, quasi fosse un gioco, strategie di intervento e di finanziamento per un conflitto appena iniziato. Nel bel mezzo della riunione si presenta un giovane. Egli non sa che cosa sia la guerra e si domanda perché dovrebbe parteciparvi. Tutti si danno da fare per convincerlo.

Passa il tempo. Il giovane muore. Il conflitto sta per finire. Ma gli “alti papaveri” sono sempre lì ad occuparsi della guerra.  Beninteso……..della prossima!


A RICHIESTA

 

poesie d'amorePoesie d’amore – Dall’antichità ai nostri giorni – (recital letterario)

Regia Bruno Garilli

Musiche originali Fabrizio Palermo

L’amore. Un sentimento universale cantato ed esaltato nei modi più disparati da poeti, tragici e dalle varie culture, anche quelle primitive o meno civilizzate.

Con Poesie d’amore il tema viene proposto in fine d’anno come augurio per un 2011 sereno e con l’auspicio di un mondo più attento e rispettoso della dimensione interiore dell’individuo.

 

 


 

Mantova capitale della cultura

 

Eventi

Ottobre 2018
D L M M G V S
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
Novembre 2018
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Statistiche

Utenti : 53
Contenuti : 13
Tot. visite contenuti : 101447